Abbondio Chialiva (1800-1870)

Vita e processi di un esule piemontese a Lugano

Tra i primi ricordi del giovane Fogazzaro, durante i suoi soggiorni estivi sul Ceresio, ci sono il “romanzesco” Abbondio Chialiva e la sua maestosa dimora, a pochi passi dall’Hotel Du Parc e dalla Chiesa di Santa Maria degli Angeli, sul lungolago verso Paradiso. Anni più tardi, quel personaggio e quella villa sarebbero diventati i protagonisti del suo primo romanzo (Malombra, 1881), salvandosi in qualche modo dall’oblio. Ma chi era veramente Abbondio Chialiva? Dove sorgeva, prima di essere abbattuta, villa Tanzina? Quale mistero si cela dietro la nascita di suo figlio Luigi, che sarebbe diventato un famoso pittore, amico di Edgar Degas? A queste domande, tra letteratura, storia e arte, prova a rispondere questa pubblicazione, la seconda della serie dedicata ai processi che hanno segnato la storia giuridica della regione luganese. la vicenda romanzesca  dell’esule originario di Ivrea si intreccia inevitabilmente con quella di altri celebri ospiti della Lugano risorgimentale, da Carlo Cattaneo a Giuseppe Mazzini a Sarah Nathan.

Contattaci

Hai suggerimenti, materiali, o vuoi semplicemente dire la tua! contattaci

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Testo +
Contrasto