La chiesa di Sant’Anna a Chiasso

 In Articoli

Articolo uscito nel 2003 su L'Informatore

Luogo di culto e di aggregazione per gli abitanti di Boffalora

Si trattava di una piccola comunità staccata dai paesi circostanti che si amministrava in maniera indipendente. Secondo l’Antognini1, da un documento del 1667 risulta che le vicinie di Chiasso e di Boffalora si unirono per formare un unico ente amministrativo. Nicoletta Ossanna Cavadini2 ci informa che Boffalora possedeva un piccolo oratorio (o cappella) dedicata a Sant’Anna. Si racconta che nel 1760 il pittore chiassese Alessandro Valdani3 affrescò la parete antistante all’altare raffigurando la Vergine, il bambino e la Santa.

 

ANTEPRIMA

INFO

Tema: Chiese


Periodo: 1750-1800


Data: 2003


Comune: Chiasso


Media: L’informatore


Autore articolo: Codoni Guido


Post suggeriti
Contattaci

Hai suggerimenti, materiali, o vuoi semplicemente dire la tua! contattaci

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Testo +
Contrasto