L’ultimo proiezionista della magia del cinema

 In Articoli, Mestieri, Rivista ATTE terza età

Georges Corboz ricorda la sua vita dedicata al "mestiere dell'ombra"
Articolo apparso sul numero di aprile 2016 della rivista ATTE Terzaetà

Il film Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore è un omaggio ad un lavoro oggi (quasi) scomparso, il proiezionista. Una figura un po’ simile al simpatico Alfredo di Nuovo Cinema Paradiso vive nel Luganese. Georges Corboz, originario del canton Friborgo, 44 anni da proiezionista, è andato in pensione dal Cinestar l’anno scorso. Si definisce l’ultimo dei mohicani di un “mestiere dell’ombra”, perché l’operatore non si vede mai, nascosto nella sua cabina.

Georges è la memoria storica di una preziosa archeologia cinematografica (l’avvento del digitale ha cambiato tutto) e una miniera d’informazioni. Ha fatto l’apprendista (tra il ’68 e il ’71, ai tempi del Maggio francese) al cinema Apollo a Montreux, che non esiste più; come tante altre sale è stato demolito ed è diventato un supermercato. Ricorda il primo film da lui proiettato: I commedianti, con Liz Taylor e Richard Burton, e le matinée della domenica per la comunità italiana, con spaghetti western e i film di Franchi e Ingrassia. Poi ha lavorato a Zurigo, in un laboratorio di sviluppo film e alla televisione, dove controllava la sincronizzazione delle pellicole. Nel ’75 era a Losanna con il famoso produttore e distributore Georges Alain Vuille, che aveva anche il Kursaal di Lugano, allora diretto da Maurice Nguyen. Così Georges e la moglie sono venuti in Ticino, dove sono nati i figli Jonas e Olivia. Al Kursaal è rimasto sino al 2000, poi è arrivato il Cinestar.

 

Marisa Marzelli

Info

Autore Articolo: Marisa Marzelli
Mestiere: proiezionista
Tema: mestieri
Periodo: 1950-2000
Data: 2016
Comune: Lugano

Recent Posts

Rilascia un commento

Contattaci

Hai suggerimenti, materiali, o vuoi semplicemente dire la tua! contattaci

Not readable? Change text.

Digitare e premere Invio per la ricerca