Negozi scomparsi – VOLONTÉ

 In Mestieri

Macelleria – salumeria - gastronomia

Una ditta per molti anni fiore all'occhiello della gastronomia luganese

Carlo Volonté (1883-1964) nasce a Milano ed è figlio di Giovanni Battista di professione pizzicagnolo. (Foto 2.)

Dal 1.04. al 30.09 del 1903 lavora presso la salumeria Galli, attiva dal 1883, in via Soave a Lugano. Dal 1.10.1903 al 30.09.1904 lavora presso la famosa gastronomia Peck a Milano. Si trasferisce poi a Basilea, Parigi, Strasburgo e di nuovo a Basilea.
Nel 1909, tornato a Lugano, rileva la ditta Eugenio Galli, affittando tutto lo stabile in via Soave (oggi Ambrosini) dove nasceranno i figli Piero e Emma.
Nel giugno 1918, rileva dai fratelli Guindani (uno dei fratelli costruirà un salumificio a Viganello) il negozio e lo stabile in Via Nassa 3 e nel medesimo tempo sposta il laboratorio in Contrada Sassello, vicolo Nassa 6 e 8. (Foto 5.)

1.Agosto 1918 apertura del negozio Carlo Volonté in via Nassa 3 (Foto 4. )
Nel 1926, chiamato da parenti in difficoltà, si sposta con la famiglia a Saronno (dove nasce la terza figlia Carla) lasciando il negozio in gestione a terzi. Ma la cattiva conduzione del gestore, lo fa tornare precipitosamente a Lugano dove deve ricominciare da zero.
Nel 1937 acquista (da Carlo Bernasconi) lo stabile via Pretorio 5 (ex panificio Brumana).
Nel 1938 gli stabili in via Sassello vengono espropriati e demoliti.

Nel 1939 costruisce a Cassarate il salumificio (architetti Tibiletti, capomastri Leidi e Cappellini), terminato allo scoppio della 2. Guerra mondiale. Sarà poi ampliato nel 1954 (Foto 6.)

Il figlio Piero (1913-2000) affianca il padre Carlo nella gestione della ditta, con le sorelle Emma e Carla e il cognato Franco Leidi. (Foto 7.)
L’azienda è sempre stata “famigliare”, sia per la partecipazione di tutta la famiglia nelle prime due generazioni, sia per l’attaccamento di molti dipendenti di cui molti hanno raggiunto i 40 e alcuni superato i 50 anni di lavoro presso la ditta, ad esempio: Vittorio Scalena, Giordano Cheulini, Olinto Molteni, Piero Molteni, Giuseppe Capponi, Francesco Conrad.

Nel 1964 entra a lavorare nella ditta il figlio di Piero: Sandro, che nella fotografia del 1984, lo vediamo alla sinistra di un giovane Giorgio Giudici e di Fausto Luisoni in occasione del Guiness della luganighetta. (Foto 8)

Nell’anno 2000, il negozio di Via Nassa viene chiuso e nel 2007 la Volonté diventa una SA immobiliare.

Nel 2008, il salumificio di Cassarate, con gli edifici annessi, viene demolito e sul suo sedime sorgerà una residenza abitativa.

La ricetta del pâté è ultracentenaria.

Il giovane milanese Carlo Volonté aveva cercato di rubarla in Francia a Strasburgo, ma raccontava lui stesso che nella patria del foie gras gli avevano messo in mano soltanto una scopa.
Arrivato a Lugano nel 1903 nella salumeria Galli prima e poi nel negozio in via Nassa, la gastronomia e il pâté prendono definitivamente il volo.
Prima delle festività, davanti al banco del negozio, si formano code di persone per l’acquisto del delizioso pâté.
Anche la produzione nel salumificio a Cassarate, la qualità delle ricette viene mantenuta proprio grazie all’impegno in azienda di tutta la famiglia e dei dipendenti di lungo corso.
Alla cessazione dell’attività nel 2006, grazie all’amicizia tra colleghi, la produzione di pâté, vitello tonnato e gastronomia, viene ripresa da un’altra famiglia di antica tradizione, la ditta Fratelli Terrani, rispettando le ricette originali.

Anteprima

Info

Tema: Attività commerciali e mestieri
Data: 2017
Comune: Lugano

2. Giovanni Battista Volonte'

Recommended Posts
Contattaci

Hai suggerimenti, materiali, o vuoi semplicemente dire la tua! contattaci

Not readable? Change text.

Digitare e premere Invio per la ricerca