La Chiasso di Don Willy

 In Articoli

L'articolo di Emma Bianchi é apparso sul settimanale Azione del 14 settembre 2015

A sessant’anni dalla creazione del Campeggio di Catto, Chiasso ricorda Don Willy con una serie di iniziative, tra cui la pubblicazione di un libro.

Pochi anni dopo la fine del secondo conflitto mondiale la cittadina di confine di Chiasso si apprestava a vivere una primavera del tutto particolare, contrassegnata da un ottimismo inscalfibile.

Questo soprattutto a causa di un boom economico che aveva reso Corso San Gottardo una fervida arteria di piccoli e grandi traffici e commerci, che spaziavano dalla benzina alle sigarette, passando per dadi e banane, senza dimenticare la piazza finanziaria, allora in piena espansione. Chiasso, come testimoniano i ricordi di molti, si trasformò in un quartiere di una grande città, come tale caratterizzato da figure umane imprescindibili e vivaci, in uno spirito comunitario forte grazie anche a quella «ramina» che spesso ne delimitava i confini solo sulla carta.

Fra i personaggi alcuni ebbero un carisma tale da rimanere «incollati» alla storia della cittadina e a quella di chi vi ha vissuto e ci vive tuttora. Don Willy Albisetti (1923-2000) seppe incastonarsi perfettamente nell’humus cittadino, riuscendo in pochi anni a dissipare anche le perplessità degli scettici e di coloro che con la chiesa avevano poco a che fare. (…)

ANTEPRIMA

INFO

Tema: Personaggi


Periodo: 1900-1950


Data: 2015/09


Comune: Chiasso


Introduzione

Il libro

Don Willy e sempre viva amicizia

può essere ordinato telefonando allo 091 690 50 60 o scrivendo a

tg@progettostampa.ch


Media: Azione


Autore articolo: Bianchi Emma


Data pubblicazione: 2015/09


Post suggeriti
Contattaci

Hai suggerimenti, materiali, o vuoi semplicemente dire la tua! contattaci

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Testo +
Contrasto