Lucia Buonvicini, le protagoniste del Novecento – Novità dall’Associazione Archivi Riuniti delle Donne Ticino (AARDT)

 In Articoli

L'articolo, a cura di Manuela Maffongelli, è apparso nel Aprile 2018 su La Turrita.

Rievochiamo la figura di Lucia (Lucietta) Buonvicini nata Pizzigaglia (1906-1945) grazie allo studio biografico realizzato nell’ambito del progetto Tracce di donne – Biografie femminili ticinesi del XIX e XX secolo. Ne pubblichiamo una sintesi per gentile concessione dell’Associazione Archivi Riuniti delle Donne Ticino (AARDT).

 

La partigiana “Nichi” di Bellinzona e il suo ruolo nella Resistenza italiana  

Lucia Pizzigaglia, detta Lucietta, nacque a Bellinzona nel giugno del 1906, figlia di Demetrio Pizzigaglia e di Luigia Bösterli. Il padre, di fede socialista, ebbe sicuramente un’influenza politica sulla giovane Lucietta, e la portava con sé alle manifestazioni cittadine del Primo di Maggio.

Nel 1930 Lucietta si sposò col pittore Romolo Buonvicini, dal quale ebbe tre figli: Riccardo (1930), Renzo (1935) e Maria Luisa (1939). A causa della crisi degli anni Trenta e delle ristrettezze economiche in cui versava la famiglia, nel 1937 decisero che Lucietta si sarebbe trasferita a Oria (Valsolda), paese originario dei Buonvicini, insieme al secondogenito e al suocero, mentre il figlio maggiore e il marito restarono a Bellinzona. Fino allo scoppio della Seconda guerra mondiale, e alla conseguente chiusura delle frontiere, la famiglia si ricongiungeva nel fine settimana. (…)

ANTEPRIMA

INFO

Tema: Donne


Periodo: 1900-1950


Data: 2018/04


Comune: Bellinzona


Media: La Turrita


Autore articolo: Maffongelli Manuela


Data pubblicazione: 2018/04


Post suggeriti
Contattaci

Hai suggerimenti, materiali, o vuoi semplicemente dire la tua! contattaci

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Testo +
Contrasto