Mestieri scomparsi o in via di estinzione

 In Articoli, Mestieri

Introduzione di Luciana Dürig, dicembre 2017

Sono tanti i mestieri di una volta che stanno scomparendo, sostituiti da nuove tecnologie. Qualcuno rimane ancora quale testimonio del nostro passato e delle fatiche dei nostri padri e dei nostri nonni. Tanti mestieri, tipici del mondo rurale di un tempo non tanto lontano, non sono più esercitati e sono scomparsi. Altri sopravvivono a stento, travolti dall’avvento delle tecnologie moderne che permettono di fabbricare più facilmente a costi più contenuti alcuni prodotti, mentre altri sono stati soppiantati nel loro uso da altri più consoni alle nostre attuali esigenze.

Voglio riportare alla memoria alcuni di quelli che ho avuto modo di conoscere nella mia fanciullezza e che sono stati “immortalati” ne “Il Biaschese”>>>> vedi tutto il testo

Il magnano o stagnino (ol magnàn)

Il carradore (caràdou)

Il cestaio, canestrai (ol cavagnatt)

Il calzolaio o ciabattino (ol scévétign)

I laveggi in Val Pontirone

Tec e teciatt

La ragazza del 113

I borradori pontironesi

ANTEPRIMA

INFO

Tema: Mestieri


Periodo: 1850-1900


Data: diverse annate


Comune: Biasca


Media: Il Biaschese


Autore articolo: Redazione de Il Biaschese


Post suggeriti
Contattaci

Hai suggerimenti, materiali, o vuoi semplicemente dire la tua! contattaci

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Testo +
Contrasto