I caraduu da Mérat; Emozionante ricostruzione del paesaggio del Monte San Giorgio di fine Ottocento inizio Novecento

 In Comuni, Libri, Mendrisiotto

Gianfranco Albisetti (1948)

Il libro I Caraduu da Mérat, Attualmente il libro è in vendita nelle librerie

parte della Prefazione scritta da Stefano Vessere.

 Il libro I Caraduu da Mérat, è un degnissimo rappresentante di una tendenza in atto da ormai qualche tempo nei villaggi della Svizzera italiana.

Da parecchi decenni. le amministrazioni comunali hanno concentrano le attenzioni e risorse finanziare verso lo studio degli aspetti culturali e storici delle proprie realtà.

Questo genere di scelta è un atto che denota sensibilità e intelligenza anche sul piano delle rendite di immagine.

Contribuendo a far conoscere il passato della-propria realtà, un Comune partecipa anche a un’operazione di messa in rilievo di quanto di interessante e ricco la realtà stessa possa offrire.

Appare decisiva la figura del coordinatore di ampie indagini sul territorio,

magari affidate in parte a specialisti ma raccolte e valorizzate nella forma del volume da una sola persona, generalmente locale e quindi dotata di un corredo di competenze preziosissimo. Non di rado, queste persone coniugano una pratica approfondita e continua della realtà locale con la capacità di affidare parte della loro ricerca a studiosi riconosciuti e indiscussi, che alle componenti di esperienza diretta affiancano spesso le più recenti e affidabili competenze nel loro campo e una prospettiva di fondo, che conferiscono alla ricerca locare le coordinate e le caratteristiche per risultare fruibile anche al di fuori dei confini comunali o immediatamente regionali.

In questo poderoso volume, Gianfranco Albisetti chiama a raccolta geologi, archeologi, naturalisti, storici, botanici, ingegneri, architetti, docenti, amministratori locali, e tutta una serie di altri specialisti, per un quadro molto ricco molto ricco di vere e proprie relazioni sugli aspetti più vari della vita del paese.

Su tutte lo sguardo attento del curatore che garantisce l’unità di intenti.

Le competenze sono ricercate all’interno del villaggio di Meride, ma anche all’estemo, nei comuni vicini.

Meride e il monte San Giorgio ricevono con questo volume un ulteriore omaggio.

Questo non è forse un libro da leggere tutto d’un fiato: lo-si accosterà per temi e percorsi, se ne apprezzerà il rigore scientifico di alcune parti, per poi abbandonarsi alla gradevolezza di spunti più impressionistici e legati alla storia più immediata e minore. La lettura ne risulterà così competente e sostenuta, senza che ciò tolga nulla alla gradevolezza del quadro generale.

Gianfranco Albisetti (1948) risiede a Meride.

Diplomandosi come tipografo stampatore, ottiene la maestria professionale.
Albisetti ama la vita del villaggio a cui partecipa attivamente, assumendo
cariche politiche e interessandosi alle vicende della comunità.

Attirato da sempre dalle nostre montagne, raggiunge svariate cime. La natura lo affascina e la musica lo appassiona. Da autodidatta suona l’organo e accompagna le funzioni religiose dei villaggi della Montagna.

La sua professione lo avvicina alla carta stampata e, stimolato da questa attività,
inizia ad annotare j suoi ricordi nel dialetto di Meride, fissando ritratti di personaggi
ed angoli caratteristici del suo villaggio.

Nel 1999 Gianfranco Albisetti dedica al suo paese una raccolta di poesie dialettali
Fregui da vie.

All’inizio del terzo millennio inizia a scrivere pagine di storia su Meride.

ANTEPRIMA

Emozionante ricostruzione del paesaggio del Monte San Giorgio di fine Ottocento inizio Novecento.

INFO

Periodo: 1850-1900


Data: 2009


Comune: Meride


Introduzione

Attualmente il libro è in vendita nelle librerie

 


Autore pubblicazione: Edito dal Comune di Meride


Anno pubblicazione: 2009


Post recenti
Contattaci

Hai suggerimenti, materiali, o vuoi semplicemente dire la tua! contattaci

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Testo +
Contrasto