Con gli occhi e con il cuore

 In Luganese, Senza categoria

di Adriano Morandi

Semplice, bella e commovente la mostra fotografica dedicata alle nostre scuole di un tempo, realizzata dalla Commissione Cultura del Comune di Monteceneri e proposta a inizio autunno nella Casa dei Landfogti.

Il successo è stato considerevole, soprattutto per la qualità delle immagini, curate fin nei minimi particolari.

Le belle foto in bianco e nero mostrano alcune classi scolastiche della Carvina, tra il 1920 e il 1950. Non si è trattato, anche se vi sono didascalie riguardanti i tempi delle diverse foto, di una mostra sulla nascita della scuola pubblica obbligatoria nella valle Carvina, bensì di ricordi visivi ben circoscritti.

Rigorosamente in posa gli allievi e i docenti, senza la minima concessione a gesti o parole! L’ambiente di ogni immagine è quello della scuola, poche, infatti, le foto di scolaresche riprese in contesti diversi. Si intravedono alcuni scorci di natura e paesaggio e dettagli di qualche edificio del passato.

Stretti in gruppo, quasi a formare un solo blocco, gli allievi non indossano divise, ma sempre, unicamente, i vestiti di tutti i giorni. Uniche eccezioni gli abiti delle grandi feste (giacche, gonne per le ragazze, scarpe, cravatte, berrette di lana).

Non c’è movimento alcuno su queste splendide fotografie. Domina il silenzio. Gli sguardi di tutti sono diretti verso il fotografo che fra pochi istanti scatterà la foto. È quell’attimo che tutti attendono con ansia e, a volte, con un po’ di paura!

Grande la commozione di molti anziani nel riconoscersi sulle fotografie, o nello scoprire amici e compagni che oggi non ci sono più. Ancora più grande lo stupore di parecchie signore nel constatare di aver usufruito anche loro della moda del tempo, fatta di gradevoli scarponcini, di grandi e larghe gonne, di bianche gale per i capelli, di eleganti scarpette di cuoio, regalate loro dal padre o da qualche parente, andato a lavorare nella lontana Francia!

Siamo grati al Municipio di Monteceneri, alla Commissione Cultura, a tutti coloro che hanno collaborato alla ricerca e alla presentazione delle fotografie.

I visitatori della mostra (e sono stati moltissimi) hanno potuto vivere momenti emozionanti di fronte a queste immagini. Certo, dentro tempi difficili fino agli anni Cinquanta, poi, quietate le tempeste, la speranza viva di un avvenire migliore. Grazie di cuore a coloro che ci hanno permesso di rivivere questi momenti attraverso una mostra fotografica: semplice, chiara, di facile comprensione, ma commovente e viva.

La speranza è che di questi momenti ve ne siano altri, a scadenze non troppo lontane, per permettere a tutti di gustare assieme avvenimenti importanti della nostra storia.

ANTEPRIMA

INFO

Post recenti
Contattaci

Hai suggerimenti, materiali, o vuoi semplicemente dire la tua! contattaci

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Testo +
Contrasto