L’Asilo di San Pietro di Stabio

 In Archivio della memoria di Stabio, Libri

1911 - 2011

Parlare dell’Asilo di San Pietro significa parlare dell’edificio costruito ad inizio ‘900 e della Scuola d’infanzia che esso ha ospitato fino ad una quarantina d’anni fa. Una lastra posta sulla facciata dello stabile denominato dai Sampietrini l’Asilo, ci dice che fu eretto per volere della popolazione. Come vedremo, l’idea maturò nel 1909, la realizzazione nel 1910 e l’inaugurazione nel 1911. L’edificio, dalla sua entrata in funzione, ospitò la filarmonica, sulla quale non ci soffermeremo in quanto nel 1984, in occasione dei festeggiamenti del suo novantesimo di fondazione, già ne è stata scritta la storia.

 

Indubbiamente l’Asilo inteso come edificio, la Scuola d’infanzia e la filarmonica rappresentano l’orgoglio di San Pietro. Per ricostruirne le vicende ci siamo avvalsi del Registro dei verbali e di quello dei conti della Società Pro Asilo. Anno per anno abbiamo proposto le notizie più significative. Così facendo abbiamo avuto la possibilità di dare un volto a persone che con il loro apporto han contribuito a far crescere l’opera dei fondatori.

 

Ci stuzzicava, inoltre, curiosare nelle vicende del Comune al tempo in cui i volontari erano alle prese con la costruzione dell’edificio. Per immergerci in quella realtà, abbiamo consultato i verbali delle sedute municipali e delle Assemblee comunali del 1909, 1910 e 1911. È nata così la prima parte dell’opera che illustra come anche una piccola realtà locale viveva l’avvento del telefono, dell’elettricità, degli acquedotti e, con l’arrivo della ferrovia, il passaggio dalla società agricola a quella industriale.

 

Sia per quanto riguarda la prima che per la seconda parte, laddove ci è sembrato opportuno e possibile, abbiamo lasciato parlare le fonti. I capitoli finali sono riservati alle interviste di chi l’Asilo l’ha vissuto (vuoi come edificio, vuoi come Casa dei bambini) e a documenti e fotografie di persone o paesaggi del tempo che non han trovato spazio nelle due prime parti, frutto di ricerche presso la biblioteca e l’archivio cantonale.

Speriamo di aver così ricostruito, con spicchi di cronaca minima, uno spaccato della San Pietro e della Stabio d’inizio secolo per conoscere e capire un pezzo di strada percorso da chi ci ha preceduti.

 

Questa pubblicazione, resa possibile grazie al contributo del Comune di Stabio è anche l’occasione per conoscere e onorare quelle persone che con il loro operato hanno fatto la piccola “storia” di San Pietro, evitando di disperdere la loro memoria.

 

Un ringraziamento va a tutti coloro che con i loro contributi le loro testimonianze, la disponibilità nella ricerca di documenti, hanno permesso la realizzazione di questa pubblicazione.

 

 

San Pietro, 28 marzo 2011
Guido Codoni
Marco Della Casa

ANTEPRIMA

INFO

Data: 20110328


Allegati: scarica


Post recenti
Contattaci

Hai suggerimenti, materiali, o vuoi semplicemente dire la tua! contattaci

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Testo +
Contrasto